Methos il Vegliardo – Parabola 1


Methos il Vegliardo - Parabola 1Si riporta in questa sede uno stralcio di quanto detto da Methos il Vegliardo ad alcuni suoi discepoli, sebbene siano anni che di lui non si hanno più notizie, attraverso il lavoro di ricerca e di catalogazione di alcuni miei fidati studenti, siamo finalmente pronti a pubblicare in forma di “parabole” alcune delle argomentazioni più importanti di Methos il Vegliardo.

Di lui abbiamo pochissimi scritti e resoconti per lo più frammentati, per questo il lavoro di ricerca è reso ancora più ostico di quanto possa sembrare. Buona lettura.

Si è sempre parlato di ARMONIA.

Anche prima che gli dei cadessero e gli uomini prendessero coscienza di loro stessi.

È la potenzialità insita in ogni essere vivente che spaventa.

Spaventa noi. Spaventa i nostri stessi dei.

L’#interesse spinge ognuno alla ricerca. Spinge a migliorarsi. Spinge a domandarsi.

Spinge soprattutto verso l’#infinito rinnovamento, una sorta di tacita promessa che ogni giorno ci viene a consolare. Non siamo fatti solo per mangiare, dormire e riprodurci.

Siamo ben oltre la semplice meccanica.

In molti mi domandano come posso essere coerente con le mie scelte. In effetti lungo il mio cammino ho abbandonato i templi, le congreghe e soprattutto la tonaca da sacerdote.

Quindi non per coerenza, ma per #chiarezza, che qui oggi rispondo.

Sin da quando ho memoria ho sentito il bisogno di chiedere, le risposte erano il pane per il mio essere. La curiosità è per me la più grande qualità di un uomo. Non il coraggio. Non la forza. Neppure l’intelligenza. È la curiosità che ci spinge a fare due cose: domandare e ricercare.

Il padre di mio padre credeva ancora negli dei anche se loro non gli rispondevano ma lui insegnò a mio padre che si poteva scorgere la loro essenza nel mondo. Come lui, molti altri sacerdoti modificarono le effigi nei templi dedicati agli Antichi Dei plasmandoli in quello che loro credevano emanazioni dirette delle divinità: il fuoco, l’acqua, il vento…e così via. Sostituirono l’idea dei loro Antichi Dei con qualcosa di concreto e naturale. Io crebbi con gli insegnamenti di mio padre ma non mi arresi mai alla loro concezione. Pregare è un atto di fede, non di condiscendenza.

Furono diversi i #momenti bui. E la mia fede crollava più volte spinta dalla curiosità. Sì, in molti possono dirmi filosofo, ma cos’è la filosofia se non la curiosità per la vita?

Non è la coerenza la virtù di un vero sacerdote ma l’amore per i suoi simili, solo quello deve essere coerente. Gli Antichi Dei ci hanno abbandonato? Non lo so. Il mito ci racconta che sono stati gli stessi uomini che prima li adoravano che li hanno combattuti e scacciati. Ma non sono sicuro neanche di questo. Di tutti gli insegnamenti di mio padre quello che più mi ha permesso di essere l’uomo che sono adesso, è: gli uomini sono i figli degli Antichi Dei. E come figli possiamo esser stati abbandonati? Io credo di no. Questa è fede. Proprio come in un figlio si possono scorgere i tratti dei suoi genitori, io credo fermamente che in ognuno di noi ci sia una parte di loro.

Così come una scintilla, simile a una fiammella brucia in ogni respiro, così in ognuno di noi pulsa costantemente una traccia divina. Questa è la Fiamma. Non il fuoco, non l’acqua…non ci servono ninnoli, templi o sacerdoti per sentire dentro la Fiamma. Ci occorre solo la curiosità di scoprirla. In ognuno di noi c’è una potenzialità da sviluppare. E non deve spaventarci. No, non deve spaventare nessuno, ma far sorridere e indicare il Cammino.

Il vostro umile scrivano si premura di riportare quanto prima le altre “parabole” di Methos il Vegliardo.

Reo, il dotto scrivano,
la cronaca de “Le Terre degli Antichi Dei”

DICEMBRE 2015 – EVENTO SEGUI HASHTAG

Community Blogger Blog
https://plus.google.com/b/104133337541848949924/communities/101695010912867737363

Blog Community
http://bloggerandblogcommunity.blogspot.it/

Annunci

14 thoughts on “Methos il Vegliardo – Parabola 1

  1. Caro Giuliano il tuo articolo è tra i finalisti dell’evento 😀
    Ne sono molto felice perché il tuo blog è molto originale e in tema con il tuo racconto sei riuscito a creare un ottimo – Segui hashtag – ricco di spunti di riflessione..
    Ti ringrazio di aver aderito!!!
    A presto,

    Liked by 1 persona

    • Grande madre di ogni evento è per un dovere e un onore rispettare i vostri dettami, ed è per me il primo e l’ultimo dei pensieri. Siamo semplici cronisti di un mondo che muove verso infinite possibilità. Lieto di esser letto. Lieto di raccontare.

      Mi piace

      • In questo caso, mio buon scrivano, sarà con grande onore che sorvoleró i cieli delle Terre degli Antichi Dei alla ricerca di nuove nozioni. Ti prego di indicarmi il luogo da cui spiccare il mio primo volo in queste lande per me sconosciute.

        Liked by 1 persona

      • Cercatrice ti ringrazio ancora una volta, le strade per conoscere la storia delle Terre degli Antichi Dei sono molteplici e, purtroppo o per fortuna, non esiste un punto di partenza. Il mondo delle Terre è così vasto che, anche per me, umile storico, non basterebbe una vista per descriverlo. Per questo ho bisogno dell’aiuto dei miei studenti, di cercatori come te e di chiunque sia stato testimone di eventi degli di nota da raccontare.
        Per iniziare comunque ti invito a leggere il racconto “né bene né male” e poi utilizzare le parole chiave che ti interessano indicizzate (tag).
        Oppure approfondite la storia dei singoli personaggi che popolano le Terre.
        Ad ogni modo sono qui, sempre pronto a consigliarti o semplicemente guidarti nelle Terre degli Antichi Dei.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...